Vai al contenuto

Una festa a lungo attesa

04/09/2007

Capita che passi anni interi a dire che bisogna andare a una grande festa, partecipare, contribuire, organizzarsi per tempo, e tutti ti guardano come uno magari in buona fede ma un po’ scemo, perché è chiaro che la grande festa non si farà mai, lo sanno tutti, lo dicono tutti. Poi, dopo anni e anni di discussioni, quando ormai non ci crede più veramente nessuno, capita che la festa si fa sul serio. E tutti cominciano a telefonarti per dirti quando arriveranno e quanto si fermeranno, e capisci che sei la prima persona che hanno chiamato, ed è naturale che sia così. E proprio non riesci a non sentirti in colpa quando rispondi: mi dispiace, io non vengo.

Un tempo ci sarebbe stato chi avrebbe saputo come fregarti. Un tempo ci sarebbe stato qualcuno, magari il tuo segretario di sezione, pronto a dirti che un dirigente di partito deve stare dove sta il suo popolo, e che rispondere che tu non sei un dirigente non significa nulla, perché siamo tutti dirigenti di qualcosa e di qualcuno, da qualche parte. Un tempo avrebbe funzionato.

Altri tempi, altri partiti, altri segretari.

3 commenti leave one →
  1. 04/09/2007 15:02

    E’ tutto molto triste.

  2. anonimo permalink
    04/09/2007 15:55

    altri blog

Trackbacks

  1. Tutto torna « Quadernino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...