Skip to content

Solitudini

12/02/2008

Io lo so che non sono solo anche quando sono solo. Purtroppo. E si capisce che piacerebbe anche a me farmi un giornale da solo, un partito da solo e pure un governo da solo. Anche a me piacerebbe presentarmi da solo alle elezioni – nel senso che vado a votare solo io e quindi vince chi dico io, cioè io – eppure da quando ho cominciato a dormire da solo (perché mio fratello maggiore decise che anche per lui era venuto il tempo di avere una stanza da solo) e poi ad andare a scuola da solo, a cucinarmi da solo, a vivere da solo e pure a parlare da solo, vi dirò che la storia che questa non sarebbe solitudine, ma “libertà”, mi convince sempre meno. Se poi torno a casa e per cenare, ogni volta, devo pure togliere la collezione di manette dalla tavola da pranzo, capite da soli che la cosa proprio non fa per me.

One Comment leave one →
  1. 18/02/2008 13:18

    ora piango

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...