Skip to content

Autonomia culturale

29/05/2008

Da tempo, ascoltando le parole di tanti autorevoli esponenti del Pd, mi capitava di ripensare a quel passaggio dei Quaderni del carcere in cui Gramsci afferma che “tutti gli uomini sono filosofi”, sia pure inconsapevolmente, perché “anche solo nella minima manifestazione di una qualsiasi attività intellettuale, il ‘linguaggio’, è contenuta una determinata concezione del mondo”. Non credo di dovervi spiegare, pertanto, la ragione per cui ieri sera – dopo avere passato quattro giorni filati al (meraviglioso) seminario filosofico della fondazione Italianieuropei – sono accorso come un sol uomo alla prima iniziativa della Fondazione Daje. E finalmente, per la prima volta da anni, posso dire di condividere senza riserve la linea ivi tracciata dal leader: né “partiti liquidi”, né “radicati nel territorio”. Bensì.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...