Skip to content

Italia Anno Zero

12/12/2008

Prima Marco Travaglio a spiegarmi che la politica è fonte di corruzione e di sprechi. Quindi Giavazzi&Alesina a spiegarmi che la politica è fonte di sprechi e corruzione. Dieci minuti di questo trattamento sono bastati a farmi decidere di risparmiare sull’elettricità. Ho spento il televisore.

Però, mentre disponevo pazientemente le carte del solitario sul tavolo ripetendomi che la violenza non è mai la soluzione, e domandandomi se non si tenda generalmente a sopravvalutare l’importanza delle soluzioni a scapito del procedimento, ho continuato a pensarci su.

Non tanto ai Luttwak della finanza, con quel loro curioso accento e le loro granitiche certezze, capaci di suscitare in me un’unica domanda: ma perché stanno in Italia? Già che insegnano a Boston, non potrebbero passare lì anche il tempo libero? Le regolari trasferte in Italia fanno forse parte del contratto?

No, dicevo, non pensavo a loro. Ma a Travaglio, Santoro, Di Pietro. Pensavo che si devono decidere, perché delle due l’una: o dicono che l’autogoverno della magistratura funziona a meraviglia, e infatti quando i magistrati si comportano male, come De Magistris e Forleo, il Csm li trasferisce subito; e infatti quando le procure cominciano a inquisirsi tra loro, come Salerno e Catanzaro, il Csm è non meno pronto a intervenire e a risolvere il problema – e dunque, per dirla alla Giavazzi, la politica non si deve impicciare perché va tutto alla grande – oppure denunciano, come faceva ieri Travaglio, che appena un bravo magistrato come Forleo o De Magistris tocca interessi che non deve toccare, ecco che subito il Csm lo trasferisce. Ma sostenere entrambe le cose è come dire che lo stato non deve impicciarsi dell’economia e deve lasciar fare ai privati che ci capiscono, e però prima dovrebbe cortesemente pagare i danni fatti dai privati, pagandoli peraltro a quegli stessi privati. E’ chiaro che se la metti così, poi uno si fa delle domande.

9 commenti leave one →
  1. 12/12/2008 13:50

    Secondo me la risposta potresti chiederla a Chiamparino, che ti dirà “sono d’accordo con Alesina e Giavazzi”, come ha fatto per quasi tutta la putata di ieri.

    Hai fatto male a chiudere la TV ieri. Ti sei perso, nell’ordine:
    1) la Granbassi
    2) Alesina che si distraeva guardando la Granbassi
    3) Alesina che non riusciva a stare seduto composto
    4) Castelli che se la prendeva con i piccoli imprenditori del Nord che ora si lamentano ma fino a ieri hanno guadagnato un sacco di soldi e ora, se davvero ci tengono alla loro azienda, dovrebbero vendersi lo chalet in montagna o la casa al mare (come dice un mio amico, questo a conferma che la Lega, pur di portarsi a casa il federalismo fiscale, sarebbe disposta a qualsiasi cosa … pure a dire la verità).
    5) Giavazzi che non capiva le vignette di Vauro

  2. 12/12/2008 15:34

    Un accostamento, quello tra i paladini del liberismo e quelli del giustizialismo, azzeccatissimo.
    Complimenti

  3. arsub permalink
    12/12/2008 16:01

    Ineccepibile.

  4. francesco cundari permalink
    12/12/2008 16:02

    in effetti sono mesi che rimando la stesura di un saggio sul nesso tra morandismo e dipietrismo

  5. massimo permalink
    12/12/2008 17:00

    scusa Cundari, pero’ onestamente Alesina accostanto a Travaglio è come il Papa accostato a don Abbondio…

  6. ignazio permalink
    12/12/2008 17:00

    ma Santoro va da uno bravo a curarsi? Come si fa a sostenere “Lotta dura senza paura” per gli operai del nord, contro i politici che gli danno troppo pochi soldi, in sussiegosa alleanza con A&G che vorrebbero interdire quegli stessi politici e abrogare il bilancio dello Stato, nella cornice della storica alleanza con DP&T che li vorrebbero invece arrestare tutti per il solo fatto di aver desiderato avere del denaro pubblico da spendere? Ma davvero siamo ridotti così? Io preferisco Bruno Vespa e non lo dico per fare lo spiritoso.

Trackbacks

  1. DestraLab » Su Internet già lo acclamano leader nazionale
  2. Alcune domande sulla questione morale « Quadernino
  3. Inconvenienti del mestiere « Quadernino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...