Skip to content

Good night

03/04/2009

Lo ammetto. Se critico Alessio Vinci e la sua Matrix è per puro pregiudizio. Da sempre contrario a bipartitismo e presidenzialismo all’americana come modello per il nostro sistema politico, a Wall Street o alla City di Londra come modello per la riqualificazione di Bagnoli o di Tor Bella Monaca, figuriamoci se posso apprezzare, su un tema a me ben più prossimo come il palinsesto notturno, un conduttore che conclude ogni puntata con un “good night and good luck” che mi ha fatto rimpiangere persino l’intollerabile “alé” florisiano. E che per parlare di Pompei, l’altro ieri, ha mandato in onda un suo servizio di anni prima fatto per la Cnn, ovviamente in inglese. Con se stesso e Velardi sottotitolati in italiano. (il Foglio, 3 aprile 2009)

One Comment leave one →
  1. ilprimopasso permalink
    06/04/2009 11:45

    Si dovrà ancora deamericanizzare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...