Skip to content

Mostri presunti

13/07/2009

La difesa del presunto stupratore seriale di Roma ha chiesto un nuovo test del Dna, nella convizione che lo scagionerebbe completamente. E io mi domando cosa ne sarebbe di tutte le spaventose ricostruzioni apparse su giornali e telegiornali, e di tutto l’agghiacciante dibattito che si è svolto dentro il Partito democratico in questi giorni, e dei gruppi su Facebook in cui se ne chiedeva la testa, la castrazione chimica e la castrazione non chimica, ma soprattutto cosa ne sarebbe della sua vita, a questo punto, se avesse ragione.

4 commenti leave one →
  1. 13/07/2009 17:45

    sarebbe il secondo caso in pochi mesi di presunto stupratore consegnato all’opinione pubblica per il linciaccio che poi si rivela innocente.

    mi viene da chiedere: che rapporto hanno con la stampa dalle parti della questura di roma? quanto meno un po’ leggero, no?

  2. giancarlo permalink
    14/07/2009 09:57

    Francamente mi pongo la stessa domanda anche se fosse giudicato colpevole oltre ogni limite di dubbio.
    Cioè, se sia compatibile con la nostra civiltà giuridica la forma di linciaggio organizzata quotidianamente in questa settimana dalla Questura di Roma. Vedo in TV ogni sera le stesse facce che fecero il terribile sbaglio dei rumeni della Caffarella, che per riscattarsi con sovramercato mettono in onda la puntata quotidiana di un serial televisivo con tanto di video del tentato stupro, mostra degli oggetti della perversione, lettura dei diari. E giocano quindi pericolosamente con la realtà che vorrebbero combattere.
    Lo scrivo con piena solidarietà alle vittime delle aggressioni: ma il diritto moderno si fonda proprio sulla capacità dei poteri pubblici di mettersi in mezzo tra le vittime, e gli accusati (o i colpevoli).

    • francesco cundari permalink
      14/07/2009 11:42

      parole sante

    • 14/07/2009 13:36

      concordo giancarlo, le due affermazioni volevano essere distinte: ricordare il precedente e denunciare l’atteggiamento della questura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...