Skip to content

Analisi del voto

30/03/2010

In estrema sintesi, io la metterei così: il Partito democratico e il centrosinistra nel suo insieme stanno sicuramente meglio di come stavano all’indomani delle europee del 2009, e pure delle politiche del 2008, se non altro perché da allora a oggi il Pd ha smesso di lavorare alla sistematica distruzione di qualsiasi possibile coalizione di centrosinistra. Questa è la principale inversione di tendenza, precondizione indispensabile per coltivare anche solo la speranza di una possibile vittoria futura. Ma se è vero che oggi, dopo il voto delle regionali, il Pd sta senza dubbio meglio di come stava un anno fa, è vero pure che un anno fa stava veramente male (dovessi dare un voto, direi che è passato da “non classificato” a una netta ma non irrimediabile insufficienza).

2 commenti leave one →
  1. 31/03/2010 00:52

    Rispetto al 2005, il Pd ha perso voti in tutte le Regioni (considerando i voti di Ds+Margherita). È vero che era un’altra epoca, certo, ma paragonare elezioni di tipo differente è sempre una forzatura. Ho confrontato tutti i dati:

    http://pietroraffa.altervista.org/blog/2010/03/30/regionali-prima-analisi/

  2. 31/03/2010 16:19

    Mettiamola così: ho un debitore che non mi vuole pagare e sono costretto ad usare maniere brusche. Mi hanno avvertito che è un tipo irascibile e pure grosso, ma che devo fare? Rivoglio i miei soldi. Così salgo in macchina e vado lì, e questo mi da 2 schiaffoni, si prende la macchina e il portafoglio e poi mi lascia andare.
    Beh sì, sono tornato più povero di come fossi partito ma ho ancora una casa e una bicicletta..poteva costringermi ad andare dal notaio e intestargli tutto. Insomma dai, bisogna vedere il lato positivo….poteva andar peggio :-)

    E anche con ‘sta storia del segretario che è appena arrivato, e che ha ereditato una brutta situazione, e che non è colpa sua….Intanto vorrei sapere chi cavolo ha ordinato di cambiare 3 segretari in un anno, mica è obbligatorio. E se uno si diverte così, come sperare poi che qualcosa cambi? Non è mai colpa di nessuno, sono tutti appena arrivati, e allora che si fa?
    Un nuovo segretario (o anche 2 o 3) a che cavolo serve se non a cambiare le cose? Il problema non sono le elezioni perse o vinte, ma a che cavolo serve un nuovo segretario se poi le cose sono sempre le stesse. E sono, checchè se ne dica. quelle che fanno perdere le elezioni.

    Mi sembra la favoletta del debito pubblico italiano, che siccome chiunque arrivi lo eredita e non è colpa sua….nessuno lo paga.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...