Skip to content

Alcune cose di cui spero tanto che non parleremo mai più

11/01/2017

(essendo ormai acclarato il ruolo degli hacker russi, e di Wikileaks, nell’elezione di Donald Trump; e a maggior ragione dopo l’emergere, in Italia, di una rete di spioni capace di violare gli account di mezzo parlamento, del capo del governo e dell’ex governatore della Banca d’Italia)

  1. Il voto elettronico
  2. Wikileaks come bastione della libertà di stampa
  3. Julian Assange come eroe della sinistra
  4. L’uso di intercettazioni, verbali e dossier come strumento di lotta politica
  5. L’idea che tanto più alto è il grado di libertà di stampa quanto più di frequente i principali mezzi di comunicazioni sono utilizzati per mettere i propri avversari alla gogna
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...