Skip to content

Todo muere

28/12/2013

Davide Faraone, seguito da un buon numero di autorevoli parlamentari renziani, lancia la sfida a Letta: “O si cambia o si muore”. Lo slogan non è originalissimo, ma a mia memoria è la prima volta che viene usato da qualcuno che non si identifica con il soggetto dell’affermazione (in questo caso il governo), con quello cioè che dovrebbe cambiare o morire (e che dunque, nel porre la drammatica alternativa, non nasconde la sua preferenza per la prima opzione). L’impressione è insomma che anche a questo vecchio modo di dire abbiano cambiato verso.

***

Su Repubblica Maurizio Landini apre a sorpresa al contratto unico proposto da Matteo Renzi, osservando che se in sostanza si tratta di allungare il periodo di prova dell’apprendistato, togliendo di mezzo al tempo stesso gran parte dei contratti precari in circolazione, se ne può discutere. Nel merito, è più o meno quello che ha detto subito Cesare Damiano sull’Unità e due giorni fa anche Gribaudo-Orfini-Paris-Raciti su Left Wing (scommetto però che in questo caso nessuno dirà a Landini che non si capisce come possa commentare una proposta che ancora non c’è, che prima di parlarne dovrebbe aspettare il testo definitivo e che così la sua è un’apertura preventiva).

***

Può darsi che da tutto questo gran parlare di rinnovamento venga anche, davvero, qualcosa di nuovo. Personalmente, non sono così affezionato né al governo Letta né all’attuale proliferazione di contratti precari. Ma è tutto da dimostrare che le alternative siano effettivamente preferibili, o anche solo più nuove (qui, in proposito, la mia opinione consegnata a caldo al Foglio, nel divertente dibattito organizzato dal giornale su renzismo e giovanilismo all’indomani delle primarie).

2 commenti leave one →
  1. 28/12/2013 22:36

    Ma con questo clima di sfarinamento parlamentare chi si azzarda a sperare che le camere possano produrre leggi coerenti con i bisogni di innovazione, e di equità economica e sociale che c’è nel paese?

  2. Anonimo permalink
    29/12/2013 07:30

    E con le cazzate che spara Renzi(es. io sto con Marchionne senza se e senza ma!!!!)…… chi spera che lui possa produrre innovazione, ed equità economica e sociale?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...