Skip to content

Forza Emma

13/01/2015

Anni fa, avendo sentito che non era stato bene, telefonai a un mio vecchio amico e compagno della sezione Mazzini, Vittorio Risi. Mi disse due cose: che quel giorno era il suo compleanno (o qualcosa del genere, questa parte della conversazione non mi è rimasta impressa con precisione) e che aveva scoperto di avere il cancro. Parlammo per pochi minuti e poi, al momento di salutarlo, gli dissi: “Senti, Vittorio, per il tuo compleanno, ti faccio tanti auguri. E per quell’altra cosa, non so che cosa possa avere senso…”. “L’amicizia”, mi rispose. Ecco, volevo solo dire che auguro a Emma Bonino di avere sempre al suo fianco tanti amici e compagni che le ricordino il senso di tutte le battaglie, e anche di questa, che ha avuto la forza e il coraggio di dichiarare pubblicamente, per dare forza e coraggio a tante persone che come lei non vogliono diventare soltanto la loro malattia, ma nemmeno doverla nascondere come una colpa.

I commenti sono chiusi.